Pages

venerdì 27 marzo 2009

La città immaginata

L'evento su La città immaginata di ieri sera ha superato le mie aspettative.
Gli interventi si sono rivelati coinvolgenti, grazie soprattutto alla presenza del personaggio di spicco, architetto e designer di fama internazionale, Andrea Branzi. Quando si sentono parlare persone che creano partendo dal concetto, dalle basi più profonde e cercano di comprendere la realtà con occhi nuovi, quando l'architettura supera il livello della veranda (e molti altri livelli, in realtà!), ecco, si respira a pieni polmoni.
Poi si può anche non condividere, ma la mente si apre a nuovi ragionamenti e questo è sempre costruttivo.


Chi fosse interessato a conoscerne un po' di più, qui c'è il suo sito: http://www.andreabranzi.it/.

E poi un superchicca...su wikipedia (come facevo a vivere prima di te???) ho scoperto che Andrea Branzi è il papà della Pina di radio Deejay da me, supergallina, adorata!

3 commenti:

Chiara ha detto...

ma noooooooo
anche a me piace un sacco LaPina!!
mi fa troppo ridere su RadioDeejay...

Ma come è possibile che da un architetto così venga fuori una gallina così??!!??
:D

katiu ha detto...

Bene, sono contenta che la serata di ieri sera si sia rivelata utile ed interessante!

Ad esserci ....

vetsera ha detto...

@Chiara: me lo sono chiesta anch'io...certamente lui rimane un'eccentrico...

@katiu: lo so,potendo, uno dovrebbe essere sempre in giro per non perdersi nulla.
Per esempio se anche quest'anno mi perdo il salone del mobile a Milano mi arrabbio di brutto!!!